Call: 0123456789 | Email: info@example.com

Where Is The Moncler Shop In London


La sfilata di Moncler alla Men Fashion Week milanese ha rivelato le nuove creazioni che la maison proporrà per la stagione Autunno/Inverno 2013 2014. Ci augiramo fortemente che le stampe scozzesi, il famosissimo check made in Scotland sia di vostro gradimento perché è proprio in questa direzione che si è mossa Moncler.

E per fortuna, perché c’è il rischio che da parte di analisti meno attenti e più furbetti venga ripetuta la stessa operazione già portata a termine un quindicennio fa da Fabio Fazio un Veltroni che ha studiato con “Anima mia” (la ricordate?), trasmissione tanto gustosa quanto così straordinariamente superficiale da ridurre tutta la storia del costume degli anni Settanta a un teatrino di Hulk, Due Cavalli e phon dei fratelli Bundy. Non che si dovesse ancora blaterare di servizi segreti e lotta di classe, per carità, che con le mozioni d’ordine e la fantasia al potere abbiamo fatto il pieno fino al 2050, ma impacchettare un intero decennio con tre giochini, due cori e quattro macchiette è stata davvero un’operazione sciagurata. E pericolosa..

La prossima tappa sarà New York a dicembre; seguiranno Londra, Dubai, Shanghai, Hong Kong, Singapore e Parigi afferma Andrea Napoletano, consigliere del viceministro allo sviluppo economico Carlo Calenda: al desk ci saranno persone per lo più del luogo, con esperienze nella consulenza e nell che dovranno guidare il potenziale investitore lungo le tappe per la realizzazione del piano, velocizzando i processi. All di dicembre il tavolo del Comitato er l degli investimenti, presieduto da Calenda, esaminerà un primo grande progetto da 1,3 miliardi di euro per un insediamento commerciale nell di Milano proposto da un investitore australiano. Il Desk a Tokyo mi pare un iniziativa, afferma Takeshi Imatoki, country manager di Nomura Italia, che sta cercando di finalizzare tre nuove acquisizioni di società giapponesi in Italia e sottolinea anche il ritorno, dopo anni di fuga, degli investitori istituzionali nipponici sul mercato dei titoli di Stato italiani.

ROMA Care ragazze e cari ragazzi dell’89, meritate una lunga lettera perché in questo 2009 avete vissuto o state per vivere un compleanno speciale. indirizzato ai ventenni di oggi il libro di Gianfranco Fini Il Futuro della Libertà, consigli non richiesti ai nati nel 1989 (in libreria dal 4 novembre), una sorta di lettera scritta a quanti sono nati nell’anno della caduta del Muro. Sono i giovani della ‘Generazione F’, quella del futuro, alla quale il presidente della Camera si rivolge per presentare il suo manifesto politico, che si chiude con l’auspicio di una grande stagione costituente per far uscire l’Italia dal guado.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie