Call: 0123456789 | Email: info@example.com

Veste De Ski Homme Moncler


Piazza Affari e le principali borse europee senza direzione nell seduta della settimana. Bancari sempre sotto i riflettori: seduta estremamente volatile per il Monte dei Paschi di Siena, che ha terminato la seduta odierna in forte rialzo, dopo uno stop per eccesso di ribasso in avvio di giornata. Chiusura positiva anche per Telecom Italia.

Moncler (+1,41%) è ancora impegnata a consolidare il rally di inizio mese, disegnando un ‘pennant’. Generalmente il pennant è una figura appartenente alla famiglia di quelle di continuazione, tuttavia se i prezzi dovessero violare la base della stessa a 16,20 sarebbe probabile assistere a ripiegamenti verso almeno 15,30 circa, poi fino a 15 euro, linea che sale dai minimi di inizio 2016. Amazon Ambienthesis Ambromobiliare American Express Amplifon Amundi Anima Holding Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apollo Group Apple Aquafil Arena Arkimedica As Roma Ascopiave Asm International Asml Holding Assiteca Assogestioni Astaldi ASTM AT Atlantia Autodesk Autogrill Automatic Data Processing Autostrade Meridionali Avago Technologies Avio Avon Axa Axelero Azimut Holding.

Si passa al Fact Checking che in questa settimana come non sia vero che con l’avvento dell’euro sia aumentati nel corso degli anni al doppio il prezzo dei prodotti, in realtà soltanto il 10% di essi. Si parla delle rendite finanziarie e di come siano stati aumentate le tasse su di esse portandole dal 20% al 26%. Berlusconi non perde occasione per riattaccare Renzi con la storia degli 80 euro e come essi siano a supporto di soli 10 milioni di italiani e su come questo comporterà aumenti in fatto di tassazione.

Giulia, viso sveglio, capelli lunghi e mori, preparatissima su un tema che pochissimi a Ravenna hanno scelto: quello socio politico sulle origini della cultura giovanile. “A me piaciuto veramente tanto e non mi sembrava difficile. C’erano tantissimi argomenti di musica, c’era il mito di Jim Morrison, ma non dei Doors, c’erano i Beatles, i Nirvana, gli Hippy, i Rave party, i punk, la Rivolta del ’68 a Parigi, la Manifestazione della Pace in America, e poi i Paninari.”.

I salari orari attentamente monitorati perché indicano l’assenza o meno di pressioni inflative sono saliti dello 0,19% (o di 0,05 dollari) su base mensile a 26,55 dollari, meno del +0,3% atteso.; su base annuale sono saliti del 2,5%, sopra il range tra 1,9 e 2,2% segnato dal 2012 in poi e oltrela media del 2% degli ultimi sei anni.I bancari sono stati sotto i riflettori in tutta Europa: ieri il presidente della Bce, Mario Draghi, ha definito l’accordo finale sulle regole di Basilea 3 una grande pietra miliare che rende la cornice delle regole sul capitale robusta e che migliora la fiducia nel sistema bancario, ma quello che il mercato sta apprezzando sono in primo luogo disposizioni più soft di quanto previsto (e temuto). Di indicazioni positive dall’update finale su Basilea 3 (chiamato Basilea 4) parlano gli analisti di Equita, che prevedono un impatto medio sul coefficiente Cet1 delle banche italiane di 112 punti base, contro i 136 punti base previsti lo scorso anno. La nuova regolamentazione è meno stringente di quanto si pensava, sottolineano gli esperti, notando che Ubi dovrebbe avere l’impatto meno pesante ( 8 punti base), mentre per UniCredit è di circa 190 punti base (a fronte di una guidance minore di 150 punti).Oltre al comparto del credito, sono stati le società elettriche le altre protagoniste dell’ultima seduta settimanale di Borsa: l’incremento degli ultimi giorni del prezzo del gas legato ai problemi del gasdotto Tenp, che porta in Italia le forniture dal Nord Europa, e l’abbassamento delle temperature dovrebbero contribuire a spingere i prezzi dell’elettricità.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie