Call: 0123456789 | Email: info@example.com

Moncler Bambina Leggero


L’ultima giornata non può che essere inaugurata dalla sfilata di Chanel, alle 10.30. Gli altri marchi a presentare le collezioni Primavera/Estate 2018 saranno Agnès B, Moncler Gamme Rouge, Wendy Jim. Alle 14.30 sarà la volta di Miu Miu, mentre alle 15.30 sfilerà Junko Shimada e, a seguire, Thom Browne, Moon Young Hee e, alle 18.30, Louis Vuitton.

Apriti cielo. Da questo scambio di battute nata una specie di guerra a mezzo web durata poi per tutta la giornata di ieri. Ovvero dover difendersi da persone che insultano e che impediscono alle persone di esprimersi. New tartan: a parte qualche comparsata alle sfilate di Vivienne Westwood, la stoffa a scacchi sembrava scomparsa. Il 2014, per consacra ufficialmente il suo ritorno sulle passerelle e, di conseguenza, negli armadi delle fashion victim. Tra le proposte pi chic, quelle delle sfilate Michael Kors, Giles e Salvatore Ferragamo.

Un ringraziamento sincero, ci dice sempre il Parmegiani, va alle Forze dell’Ordine, con particolare riferimento alla Guardia di Finanza che con la sua continua azione di controllo e monitoraggio alla ricerca di truffe e contraffazioni, garantisce il lavoro di chi, come lui, ha fatto della qualità la propria ragione di lavoro e di vita. E non potrebbe essere diversamente dato che Massimo Parmegiani è membro della giunta della ConfCommercio cittadina e del consiglio direttivo della FederModa di Perugia, in seno alla quale, a fianco del Presidente Carlo Petrini, da anni combatte una battaglia per ottenere che le case di moda produttrici di capi siano obbligate a contrassegnare ogni singolo indumento con un sistema che riporti tutti i passaggi che tale indumento ha subito dal momento in cui ne è iniziata la produzione a quello in cui viene acquistato dall’utente finale. Una sorta di carta di identità del capo di moda che ne certifichi con certezza la genuinità e l’originalità..

IL METODO. Siamo molto felici di essere riusciti a portare in Italia, insieme ai partner, questa importante classifica. Sorride Giovanni Ghelardi, AD di Serviceplan Italia, soprattutto in questo momento in cui la voglia di ripresa ci fa riflettere sulla necessità di riprendere in mano il concetto di marca e riconoscerlo come concreto e importante.

Positiva anche l a livello di redditività: il margine operativo lordo (Ebitda) adjusted è salito a 65,7 milioni dai 45 milioni dello stesso periodo del 2014, con un sul fatturato cresciuta al 32,7% dal 31% dell precedente. L netto è salito del 68% a 39,6 milioni di euro. Il gruppo spiega che una parte della crescita del primo trimestre 2015 è riconducibile alla rivalutazione di alcune importanti valute in cui opera il Gruppo.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie